Anche in questa fase, la respirazione gioca un ruolo fondamentale e può risultare utile accompagnarla anche con l’emissione della voce. Dopo aver inspirato, si espira utilizzando tutti i muscoli sotto il diaframma, accompagnandosi con una vocalizzazione dai toni bassi, un urlo che esprime la forza della spinta verso il basso. Meglio evitare, invece, gli acuti che conducono la voce verso l’alto (come per soffiare), perché questi non aiutano e fanno sprecare energia.
 
 
 
 
Powercells Srl - P.IVA 02049490036
2018, All rights reserved